Vita di oggi

La componente contadina è ancora molto presente nella vita della frazione: non è difficile incontrare per le strade di Montaperto contadini che si spostano dalle campagne a bordo dei loro mezzi agricoli; fino a pochi anni fa si potevano ancora vedere in giro alcuni asini, utilizzati, come nel passato, per il trasporto.
La vita montapertese al giorno d'oggi si svolge in stretta relazione con la città di Agrigento e con i comuni limitrofi, sopratutto per il fatto che molti lavoratori sono pendolari. Gli studenti, una volta terminate le elementari, proseguono i loro studi frequentando le scuole agrigentine. Chi decide poi di proseguire all'università si trasferisce solitamente a Palermo, oppure fuori Sicilia alla ricerca di migliori opportunità; con l'apertura del polo universitario lo spostamento degli studenti per proseguire con gli studi universitari ha subìto una piccola flessione.
La vita a Montaperto sembra seguire il ciclo delle stagioni.
In inverno, fatta eccezione per le feste natalizie, la frazione sembra quasi deserta; il sabato sera si vedono alcuni giovani fare quattro chiacchiere in piazzetta su com'è andato l'anticipo della serie A o sui risultati delle partite di calcio a 5 (Montaperto ha ben due squadre in serie D), o prendere qualcosa nel piccolo bar, la domenica si può incontrare il movimento delle persone che vanno ad assistere alla Santa Messa.
In primavera, anche per via delle festività pasquali, Montaperto inizia a riempirsi di persone, quasi a testimonianza della bella stagione nell'aria. Estate MontaperteseCon l'arrivo dell'estate la frazione si trasforma in una "piccola Formentera", piena di gente com'è per via dell'arrivo dei pendolari e dei tanti emigrati che vengono a trascorrere lì le vacanze estive: la gente che passeggia per via San Giuseppe, o seduta nelle panchine della piazzetta, i giovani che si ritrovano, scherzano o cantano a squarciagola le canzoni con il microfono di un karaoke, i bambini che giocherellano quà e là per le strade sotto gli occhi vigili delle madri, gli anziani che si godono l'aria fresca e ascoltano la musica della piazza dai loro balconi, sono il ritratto della tipica sera estiva montapertese, che si protrae fino a notte fonda. L'autunno porta un po' di malinconia nel cuore degli abitanti, un po' perchè si ritorna a lavoro o all'università, un po' perchè si devono salutare parenti e amici, che magari non si vedranno più fino alla prossima primavera. La piazza piano piano comincia a svuotarsi e, in men che non si dica, ci ritroviamo di nuovo in inverno.